Views
1 year ago

Dicembre 2016

  • Text
  • Jaguar
  • Formula
  • Anni
  • Essere
  • Dopo
  • Strada
  • Gara
  • Auto
  • Ogni
  • Stagione
In questo numero torniamo ai massimi livelli di automobilismo, ma non in modo convenzionale, e così facendo diamo una spinta allo sviluppo dei propulsori elettrici. Presentiamo inoltre la nostra Jaguar I-PACE Concept, un nuovo rivoluzionario modello prenotabile adesso e pronto alla consegna nel 2018.

F-TYPE fatiscenti su

F-TYPE fatiscenti su entrambi i lati. Il limite di velocità tuttavia è ancora ragionevole. A circa un quarto della strada tra le due città nel paesino di Driftwood, si trova il ristorante Salt Lick, una mecca per gli amanti del barbecue. Si sente il profumo di noce americano e fumo molto prima che gli occhi raggiungano la modesta casupola di fianco alla FM1826. Non si può passare e non fermarsi, per lo meno non la prima volta e si sconsiglia di mentire. Quindi non resta che entrare nel parcheggio polveroso pieno di furgoni e donne con i tacchi alti e lasciarsi guidare dall’olfatto verso l’estasi pervasa di noce che coinvolge naso e palato. È un’esplosione olfattiva di parti di manzo e maiale, cotte, stufate o grigliate alla perfezione e con amore. L’atmosfera ricorda quella dei giorni più belli di campeggio estivo, con le tavolate da picnic al coperto e un servizio al tavolo affidabile come ce lo si aspetterebbe da una sedicenne senza grandi preoccupazioni. Il cibo tuttavia è degno di essere citato in un blog e ce ne si può vantare. Qui ritornano gli accenti, così come i cappelli e un’attitudine schietta. Non importa che abbiate già mangiato una, due o tre porzioni. Un panino tagliato con petto di pollo e una porzione di sottaceti e cipolle crude si accompagnano perfettamente con un grande bicchiere in plastica di tè ghiacciato. Si accettano solo contanti. Il vostro portafoglio si alleggerirà, ma varrà la pena per il piacere di aver provato il miglior ristorante barbecue del Texas. Quando si arriva a San Antonio, a prima vista non c’è nulla. È una città fantasma. Le strade sono fatiscenti. Gli edifici sembrano abbandonati. Lo sporadico locale che fa barbecue è collocato vicino ad un parcheggio vuoto. Nuovissimi palazzi senza condomini. Volete il programma turistico completo? Allora andate in centro, parcheggiate ad un paio di isolati dalla Missione di San Antonio de Valero e fate un giro a piedi. Per vivere ciò che San Antonio può veramente offrire, andate verso Southtown dove i variopinti edifici che più ricordano Savannah e Charleston illuminano i quartieri in declino. Oppure fate una camminata attraverso il quartiere Pearl che deve il suo nome alla birreria eponima che fu una volta il suo punto nevralgico. Al centro del rilancio del quartiere si trova l’Hotel Emma, una fabbrica di birra costruita nel 1894 e trasformata. Ciò dimostra che il Texas e il lusso non sono concetti disparati. Recatevi a Riverwalk se il tempo non è incredibilmente umido. Mangiate un po’ di queso, è un must, e bevete una birra prodotta con l’acqua locale. Il vostro portafoglio si alleggerirà, ma varrà la pena provare il miglior barbecue del Texas. Siamo a 150 chilometri da Houston. Il nostro viaggio è quasi arrivato al termine. A questo punto il contachilometri della F-TYPE SVR segna centinaia di chilometri in più del previsto. Tutti dicono che è il Texas dopo tutto! È un riflesso: tutto qui è più grande. È un ritornello. Il terreno diventa pianeggiante e si allarga quando compare improvvisamente il profilo della città. Ogni riflessione sul Texas che non citi Houston è incompleta. Si può precipitosamente accantonare Houston come una megalopoli che ha preso vita dai magnati del petrolio, oppure le si può dare veramente un’occhiata. Stringete i denti nel traffico e fatevi strada. Il carattere della città è disgiuntivo e diglossico. Il centro è strutturato secondo la tradizione europea, stracolmo di rotonde, giardini pubblici meravigliosamente curati nonché una metrò. Il suo atteggiamento nei confronti dei pedoni è tuttavia meno cortese: sembra che gli automobilisti nutrano uno sfrontato disprezzo per chiunque provi ad attraversare la strada. La Galleria, un’attrazione da non perdere secondo tutte le guide turistiche, è una passeggiata per chi abbia già visto un centro commerciale. Trascorrete più tempo nel distretto dei musei oppure in centro e vi renderete conto del perché le persone vengono a Houston e ci rimangono nonostante il clima opprimente. Imparerete molte cose stando a guardare lo skyline di Houston al tramonto e vi chiederete perché non è il centro del potere del Texas. Al tempo stesso finirete per rispettare la venerazione del Texas per il suo passato. È difficile congedarsi quando si è finalmente capito il posto. Non che abbia capito il Texas più di quanto non lo avessi fatto 96 ore prima, ma per lo meno ho visto qualche luogo in più. È ancora più difficile di quanto previsto separarsi dalla F-TYPE SVR che ha assecondato la mia fantasia spronandomi a mettermi in viaggio con una supercar. È la metafora perfetta riferita al veicolo perfetto per un viaggio in Texas: un pezzo grosso, astruso ma irresistibile. Rifletto un attimo sull’obiettivo del viaggio. Non volevo cambiare la mia opinione riguardo a ciò che è il Texas, quanto più gettare luce su una parte di questo stato che viene solitamente archiviata come evitabile. È necessario visitare il Texas per comprendere ciò che significa l’America oggi. Non dovete per forza concordare con questa asserzione e certamente alzarvi di scatto per andare a riempire i moduli per il cambio di residenza. Indubbiamente potrete vedere molto di più del Texas in un breve periodo volandoci sopra, ma non lasciatevi intimorire. Prendetevi una gran macchina e qualche giorno e fate con calma. 74 THE JAGUAR

Esterni (a alto, in basso a sinistra) ed interni dell’Hotel Emma di San Antonio, costruito nella vecchia birreria Pearl della città e che prende il nome da Emma Koehler che lo gestì dal 1914 THE JAGUAR 75

 

JAGUAR

THE JAGUAR

 

La rivista The Jaguar celebra l’arte della performance con articoli esclusivi che stimolano i sensi, dalla guida dinamica al seducente design fino alla tecnologia d’avanguardia.

In questo Nuovo numero di The Jaguar magazine, faremo un tour del Portogallo a bordo della rivoluzionaria Jaguar I-PACE e scopriremo come è nata questa irresistibile auto completamente elettrica, intervistando i principali protagonisti che hanno lavorato alla sua creazione. Resteremo sul tema dell’innovazione tecnologica dando un’occhiata ad una E-TYPE, classica nella forma ma innovativa nell’essenza, ed esploreremo gli ultimi trend dell’intelligenza artificiale e della smart home technology. Entreremo nel mondo delle grandi performance con un’intervista al pilota Nelson Piquet Jr. e alla star del tennis Johanna Konta, e ti porteremo sull’emozionante pista della Jaguar Ice Academy con dei passeggeri d’eccezione.

ARCHIVIO

Ottobre 2018
Novembre 2017
Luglio 2017
Dicembre 2016

© JAGUAR LAND ROVER LIMITED 2016

© JAGUAR LAND ROVER LIMITED 2016 Registered Office: Abbey Road, Whitley, Coventry CV3 4LF Registered in England No: 1672070


I dati sui consumi forniti sono il risultato di test uffi ciali eseguiti dal produttore in conformità alla legislazione UE.
L'effettivo consumo di carburante di una vettura potrebbe differire da quello ottenuto in questi test e queste cifre hanno un valore puramente comparativo.