Views
1 year ago

THE JAGUAR #05

  • Text
  • Jaguar
  • Vettura
  • Essere
  • Strada
  • Guida
  • Fatto
  • Anni
  • Mondo
  • Gare
  • Motore
Scopri un lato diverso di Eva Green | Il tuo prossimo taxi sarà una Jaguar I-PACE a guida autonoma? | Come si batte il record al Nürburgring Nordschleife | La prima serie al mondo di corse internazionali per auto elettriche in produzione | L’ultima special edition XE e XF: la 300 SPORT vista da vicino

COLORO CHE INFRANGONO I

COLORO CHE INFRANGONO I RECORD Sono le 11 e Vincent Radermecker ha già avuto una mattinata all’insegna della velocità. Seduto nella sala riunioni del centro di prova Jaguar sul Nürburgring, fresco di 15 giri a tutto gas sul formidabile circuito Nordschleife di questo leggendario complesso da corsa tedesco, sta facendo una meritata sosta prima che inizi la sessione di guida pomeridiana. Lo attendono altri 15 inarrestabili giri. In qualità di pilota di resistenza per Jaguar, il compito di Vincent consiste nel portare al limite le vetture in preproduzione lungo questa formidabile pista lunga 20 km, al fine di mettere in luce qualsiasi lacuna del loro assetto e fornire agli ingegneri i dati necessari per trovarne le soluzioni. Può sembrare affascinante ma non è un compito semplice. Soprannominato “l’inferno verde” da Jackie Stewart, campione di Formula 1, il circuito Nürburgring Nordschleife è famoso tanto per i relitti dovuti all’alta velocità quanto per le sue mitiche corse nel corso della storia. Le sue 73 lunghe curve a corto raggio, le salite e i cambiamenti di curvatura inesorabili, le creste, cunette e gobbe cieche nonché la mancanza di vie di fuga non lo rendono un luogo per gli avventati. Qui un errore può causare disastri immani. È per questo motivo che molte case automobilistiche, Jaguar inclusa, testano le loro vetture al Nürburgring: se sopravvivono qui, possono sopravvivere ovunque. Ma talvolta la sopravvivenza non basta. Per la squadra speciale di Special Vehicle Operations che si cela dietro lo sviluppo di Jaguar XE SV Project 8, l’edizione limitata della sua berlina ad alte prestazioni doveva alzare un vero e proprio polverone. Il 29 novembre 2017, Project 8, con Vincent al volante, l’ha fatto, infrangendo il record su pista a Nordschleife per una berlina in produzione. Ma realizzare un giro in 7 minuti e 21,23 secondi su questo impegnativo nastro di asfalto non è stata un’impresa facile. Con più di 10 anni di esperienza di guida sul Nürburgring e quasi 8.000 giri all’attivo su questo circuito, la competenza accumulata di Vincent in qualità di pilota automobilistico professionista è risultata infine di importanza vitale. “Tentare di stabilire qui un tempo sul giro è un po’ come partecipare a una gara”, spiega. “È essenziale utilizzare bene ogni millimetro di pista e ogni curva, sempre. Non si può pensare al passato o più di cinque o sei secondi al futuro. Il momento presente è l’unico che si può controllare. Se si ha già commesso un errore, ormai è fatta, non c’è più motivo di pensarci su. E non si può nemmeno pensare a ciò che accadrà tra 30 secondi perché non si ha contatto con quei 30 secondi e non li si possono ancora percepire. Si tratta solo della prossima curva e poi della successiva e così via. È una questione di concentrazione e precisione in quell’esatto istante. Se ci si concentra su qualcosa d’altro, è la fine”. Vincent ha trascorso tre giorni facendo prove su Project 8, raggiungendo infine un tempo sul giro di 7:21. Ricorda: “Abbiamo fatto tre o quattro tentativi per battere il record. Le condizioni meteorologiche non erano delle migliori; in mattinata la pista era umida, cosicché abbiamo dovuto aspettare ogni giorno il pomeriggio. Avevamo bisogno della giusta quantità di calore nei pneumatici e le condizioni dovevano essere veramente ottimali per provarci”. Ovviamente, anche la vettura doveva essere in condizioni ottimali. Non è stata un’impresa semplice progettare, sviluppare e costruire questa super-berlina da 600 CV, 5.0 litri, assemblata a mano, fino ad oggi la più potente vettura su strada di casa Jaguar. Renderla pronta per il circuito ha solo fatto aumentare la tensione. “Si sono impiegati molto tempo ed energie per perfezionare le superfici della scocca di Project 8 al fine di ottenerne le migliori prestazioni aerodinamiche”, spiega Luke Smith, Senior Designer di Special Vehicle Operations. “Continuavamo a ricostruire parti della vettura per rispondere agli ultimi sviluppi tecnologici e aerodinamici. Dal punto di vista del design dovevamo continuamente trovare l’equilibrio RITRATTI: HANNAH SMILES, BRYN MUSSELWHITE 38 THE JAGUAR

JACK LAMBERT, VEHICLE DYNAMICS ENGINEER VINCENT RADERMECKER, PILOTA DI RESISTENZA “ SI TRATTA SOLO DELLA PROSSIMA CURVA… BISOGNA AFFRONTARLA ALLA PERFEZIONE SIN DALLA PRIMA VOLTA” THE JAGUAR 39

 

JAGUAR

THE JAGUAR

 

La rivista The Jaguar celebra l’arte della performance con articoli esclusivi che stimolano i sensi, dalla guida dinamica al seducente design fino alla tecnologia d’avanguardia.

Creatività e innovazione sono il cuore di tutto ciò che facciamo in Jaguar e questo nuovo numero è ricco di storie di persone, provenienti da tutto il mondo, che sono fonte d’ispirazione: designer, inventori e liberi pensatori. Inoltre, non manca l’azione motoristica. Goditi il suono del silenzio con l'I-PACE che esplora la Finlandia, rivivi la gloria della leggendaria XJ220, scopri l'eleganza senza tempo della XJ del 1978 e molto altro.

ARCHIVIO

THE JAGUAR #06
THE JAGUAR #05
THE JAGUAR #04
THE JAGUAR #03
THE JAGUAR #02
THE JAGUAR #01

© JAGUAR LAND ROVER LIMITED 2016

© JAGUAR LAND ROVER LIMITED 2016 Registered Office: Abbey Road, Whitley, Coventry CV3 4LF Registered in England No: 1672070


I dati sui consumi forniti sono il risultato di test uffi ciali eseguiti dal produttore in conformità alla legislazione UE.
L'effettivo consumo di carburante di una vettura potrebbe differire da quello ottenuto in questi test e queste cifre hanno un valore puramente comparativo.