Views
11 months ago

THE JAGUAR #06

Spesso provocatorio, sempre creativo: incontra il grafico Stefan Sagmeister | Gli scultori britannici del legno donano una nuova dimensione ad un’arte secolare | Lasciati deliziare dalle prelibatezze stellate Michelin di Paul Pairet a Shanghai | Scopri in che modo Iris van Herpen sta ridefinendo la tecnologia della moda | Fai un viaggio nel tempo a Seoul, una città proiettata nel futuro

TECNOLOGIA Nel 1926,

TECNOLOGIA Nel 1926, Henry Ford costruì un aereo monoposto, più corto di una Jaguar F-Pace, che doveva essere il modello T dei cieli. Il Flivver non è mai andato oltre la fase di prototipazione, ma il concetto di base, costruire un mezzo privato, compatto, facile da gestire e in grado di atterrare in spazi ristetti, è rimasto un obiettivo allettante, ma sfuggente. Quasi un secolo dopo, quel concetto è stato applicato a una nuova generazione di velivoli a decollo e atterraggio verticale, (VTOL). E questa volta sono intenzionati a cambiare il nostro modo di viaggiare, escludendo gli aeroporti più congestionati. Questo servizio operato come volo di linea o taxi on-demand utilizzerà aerei da tre a cinque posti per raggiungere mete in centro città (come il proprio ufficio), riducendo drasticamente i tempi: i 55 minuti dall'aeroporto JFK a Manhattan si ridurranno a cinque minuti. Il potenziale commerciale ha convinto giganti del settore come Boeing e Bell a investire nello sviluppo di aeromobili VTOL, suscitando l’interesse di Uber. Tuttavia, è nella miriade di aziende giovani che risiede il vero spirito di questo nuovo segmento. Lilium è una di queste. Ben “foraggiata” (ha raggranellato oltre 100 milioni di euro nell’ultimo giro di finanziamenti), e con un aereo che ha superato la prova di volo, Lilium è uno degli attori più credibili. Il suo velivolo, con 36 motori a jet elettrici su ali inclinabili, punta verso il basso in decollo, per tornare all’assetto orizzontale in aria e sfruttare l'efficienza delle ali che, in volo, richiedono poca spinta per mantenere l’assetto. E in questo modo aumenta il range. Perfezionare la tecnologia per ottenere range praticabili per i voli commerciali è il Santo Graal. Bell sta sviluppando Sinistra: Sei pronto per l'Uber dei cieli? Sotto: Il team fondatore della Lilium e il prototipo di aereo. Pagina precedente: la visione di un artista di uno scalo sul tetto per una flotta della Lilium un propulsore ibrido, mentre Lilium “si è data” all'elettrico puro, dice il portavoce dell'azienda Oliver Walker Jones. "Stiamo lavorando alla tecnologia delle batterie e siamo sicuri di farcela", sostiene. "La sfida è costituita dal peso, come per le auto elettriche. Ma noi siamo votati all'energia elettrica". Lilium mira a operare il suo primo volo commerciale nel 2025. FOTO PER GENTILE CONCESSIONE DI: LILIUM; VERTICAL AEROSPACE 54 THE JAGUAR

Vertical Aerospace si propone di rendere i viaggi aerei "personalizzati, on demand e a zero emissioni" XXXXXXXXXX X X X X X X X X X X Ma se un'azienda del calibro di Bell (84 anni di attività, 9.000 dipendenti) non l’ha ancora fatto, come ci riuscirà Lilium (quattro anni di attività e 200 persone), in sei anni? La risposta, dive Jones, è proprio questa: le dimensioni. "Ci muoviamo rapidamente. Siamo dinamici". Queste sono qualità che condivide con Vertical Aerospace, l'unica britannica che ha costruito e testato un aereo VTOL elettrico full-size. Vertical, con soli 35 dipendenti, è anche più piccola, ma, per dirla come Verity Richardson, "Siamo più agili delle grandi aziende. Il loro consolidato modo di lavorare le rallenta". Anche la tecnologia più convenzionale ha i suoi fan e il Vy400 della giovane statunitense Transcend Aero usa una turboelica tradizionale. Greg Bruell di Transcend pensa di riuscire a lanciarlo sul mercato prima dei rivali elettrici, nel 2023, offrendo affidabilità, un range più ampio e una velocità di 650 km/h. Lilium e Vertical pensano di iniziare usando i loro velivoli come taxi su rotte brevi, con il potenziale aggiunto del trasporto merci. Transcend, invece, mira a viaggi più lunghi operati come voli di linea, con tratte tipo Manhattan-Boston in 36 minuti a 250 euro circa (che in elicottero richiederebbe 90 minuti al costo di quasi 4.000 euro). Bruell ritiene che le rotte lunghe allevierebbero la pressione sugli aeroporti sovraffollati, con un servizio " ATTUALMENTE GLI AEROPORTI OPERA- NO SPESSO OLTRE LA LORO CAPACITÀ. NOI SIAMO LA VAL- VOLA DI SCARICO” “porta-a-porta” più veloce e meno caro. "Gli aeroporti operano oltre la loro capacità e anche il rullaggio allunga i tempi di viaggio. Noi siamo la valvola di scarico”. Sono necessarie infrastrutture per l’atterraggio. Walker Jones sostiene che si possono utilizzare gli eliporti esistenti e aggiungere nuove strutture simili. Potendo atterrare in verticale, ed essendo più silenziosi di un elicottero, il concetto “porta-a-porta” costituisce il fulcro della proposta dei velivoli elettrici VTOL. La prospettiva di una città costellata di “scali in miniatura” solleva problematiche di sicurezza e rumore. Richard Matthews, esperto del gruppo Arup, fa notare che nemmeno i rotori elettrici sono silenziosi (si pensi al rumore di un drone), e i VTOL spostano molta aria durante il decollo, producendo rumore. Però possono sfruttare un vantaggio in termini di normative di sicurezza per lo spazio aereo urbano. "Essendo dotati di più motori e rotori potrebbero rivelarsi più sicuri degli elicotteri, favorendo un “ammorbidimento” delle normative" sostiene Matthews. Quindi, potrebbero volare dove gli elicotteri non “osano” e coprire un'area più vasta. É una tendenza agli albori, che richiede batterie più potenti e infrastrutture adeguate. Per la prima volta dal sogno di Henry Ford, però, il viaggio aereo “ad personam” si profila come una realtà praticabile .

 

JAGUAR

THE JAGUAR

 

La rivista The Jaguar celebra l’arte della performance con articoli esclusivi che stimolano i sensi, dalla guida dinamica al seducente design fino alla tecnologia d’avanguardia.

Creatività e innovazione sono il cuore di tutto ciò che facciamo in Jaguar e questo nuovo numero è ricco di storie di persone, provenienti da tutto il mondo, che sono fonte d’ispirazione: designer, inventori e liberi pensatori. Inoltre, non manca l’azione motoristica. Goditi il suono del silenzio con l'I-PACE che esplora la Finlandia, rivivi la gloria della leggendaria XJ220, scopri l'eleganza senza tempo della XJ del 1978 e molto altro.

ARCHIVIO

THE JAGUAR #06
THE JAGUAR #05
THE JAGUAR #04
THE JAGUAR #03
THE JAGUAR #02
THE JAGUAR #01

© JAGUAR LAND ROVER LIMITED 2016

© JAGUAR LAND ROVER LIMITED 2016 Registered Office: Abbey Road, Whitley, Coventry CV3 4LF Registered in England No: 1672070


I dati sui consumi forniti sono il risultato di test uffi ciali eseguiti dal produttore in conformità alla legislazione UE.
L'effettivo consumo di carburante di una vettura potrebbe differire da quello ottenuto in questi test e queste cifre hanno un valore puramente comparativo.